Convocazione incontro con Associazione Vittime del Salva-Banche e gli associati che vorranno essere seguiti nella procedura di richiesta dei rimborsi. Sabato 17 settembre, ore 14, parco al Pionta, Arezzo.

Gentile Associato,
ti ricordo che sabato prossimo (17 settembre), ad Arezzo presso la saletta all’interno del parco de Il Pionta, ingresso da Via Curatore (dietro la sede dello stabile della medicina legale), a partire dalle ore 14:00
l’Associazione Vittime del Salvabanche riceverà coloro che volessero essere seguiti nella pratica del rimborso forfettario.

Occorre presentarsi con la seguente documentazione:

  • il contratto di acquisto degli strumenti finanziari subordinati; (Richiedere in banca*)
  • i moduli di sottoscrizione o d’ordine di acquisto; (Richiedere in banca*)
  • l’attestazione degli ordini eseguiti; (Richiedere in banca*)
    una dichiarazione sulla consistenza del patrimonio mobiliare, calcolato ai sensi dell’art. 9, comma 2, ovvero sull’ammontare del reddito di cui al comma 1, lettera b) dello stesso articolo, con le modalità previste dall’art. 9, comma 8, lettera e), comprendente espressa dichiarazione di consapevolezza che chiunque rilasci dichiarazioni mendaci è punito ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia, ai sensi e per gli effetti dell’art. 46 D.P.R. n.445/2000.  (In allegato autocertificazione_patrimoniale o autocertificazione_reddituale)
  • certificazione di contropartita diretta (Richiedere in banca)

Devono essere, altresì, allegati i seguenti documenti:

  • copia di un documento di identità in corso di validità;
  • copia del mandato o della procura conferita, nel caso in cui l’istanza sia presentata al FITD tramite Associazione (In allegato delega ad associazione)
  • estratto conto titoli al 31 dicembre 2015; (Richiedere in banca*)
  • In caso di successione: certificato di morte e dichiarazione di accettazione dell’eredità. (Richiedere in comune e dal notaio)

*Se la banca ha smarrito il documento o al momento della sottoscrizione lo stesso non fosse stato obbligatorio, la banca dovrà provvedere, entro il termine di 15 giorni, ad emettere un documento sostitutivo.

In caso di cointestazione (da verificare nel contratto di acquisto i nomi a cui sono intestate le obbligazioni) sarà necessario presentare più domande, una per ogni cointestatario.

Ti ricordiamo inoltre che la procedura avrà il costo di 70 euro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *